Caldarroste e funghi porcini

Caldarroste e funghi porcini, un’idea-ricetta

Caldarroste e funghi porcini possono coesistere in una ricetta che vi stupirà e stupirà i vostri eventuali ospiti: ecco come realizzarla.

Caldarroste e funghi porcini

Caldarroste e funghi porcini hanno molto in comune: hanno un gusto delicato e raffinato ad esempio, ma sono anche e soprattutto due sapori tipici dell’autunno e dell’inverno. Questi due ingredienti possono entrare in un’idea-ricetta che vi spieghiamo in questo post. Si tratta di una ricetta a base di verdure in umido in cui caldarroste e funghi porcini sono ingredienti importanti.

Questi due ingredienti hanno infatti bisogno di altri ingredienti che controbilancino: l’ideale sono le melanzane e il pomodoro. Ma servono ovviamente anche della cipolla, olio evo, sale, pepe nero e se vi piace anche del peperoncino piccante.

La prima cosa da fare è pulire e tagliare gli ingredienti vegetali: la cipolla – quantità secondo preferenze – va tritata, i pomodori (meglio piccoli, tipo datterino) a metà o al massimo in quattro se sono un po’ più grandi del solito, i funghi porcini a pezzettoni (perché si restringono un po’ in cottura), le melanzane a cubetti. Fanno eccezione naturalmente le caldarroste, che si preparano prima e, dopo averle sbucciate, si lasciano raffreddare. Anche le caldarroste alla fine si tagliano a metà.

In una pignatta mettete un cucchiaio di olio e tutti gli ingredienti vegetali: cipolla, melanzane, pomodori, caldarroste e funghi porcini. Si aggiunge sale e pepe secondo le preferenze e magari un peperoncino fresco tagliato a rondelle se vi piace. Alla fine si può sfumare con uno spruzzo di vino bianco. Non è un contorno, accompagnato con i crostini può essere anche un ottimo primo piatto.