Ingrosso castagne

Ingrosso castagne, cosa c’è da sapere

L’ingrosso castagne è una necessità per chi ha un’attività di ristorazione o di trasformazione delle materie prime. Ma come si fa quando si è alle prime armi?

Ingrosso castagne

Mettiamola così: immaginiamo che abbiate aperto da poco un’attività di ristorazione o di trasformazione delle materie prime nel settore agro-alimentare. A questo punto dovrete comprare all’ingrosso una serie di ingredienti e tra questi ci sono le castagne. Bisogna partire da un presupposto: l’ingrosso castagne segue delle regole proprie e sta a noi comprendere come funziona questo mondo affascinante.

Innanzi tutto, le castagne non sono tutte uguali. Per comodità, gli studiosi della biodiversità le hanno distinte in diverse tipologie, che si differenziano le une dalle altre per alcune caratteristiche. Tra queste c’è il sapore, il periodo di maturazione, il numero di frutti in un unico riccio ma anche la pezzatura. Dato che siete dei profani, vi spieghiamo anche che cos’è la pezzatura. In poche parole è la “dimensione” della castagna, a seguito di una delle tante cernite cui il frutto è sottoposto.

Scegliete quindi la castagna di cui avete più bisogno, facendovi presentare magari diverse tipologie dai rappresentanti di riferimento. Inoltre, non lasciatevi abbagliare da prezzi troppo bassi: può darsi che nascondano una bassa qualità e che quindi dobbiate buttar via le castagne – magari perché affette da parassiti – subito dopo l’acquisto. Infine, provate sempre le castagne a campione dopo l’acquisto all’ingrosso: è una fase che dopo un po’ potrebbe stufare, ma premia l’impegno.